Io sono un Istrione

28 05 2009
“Io sono un istrione”… mai canzone si adattò meglio ad un interprete. Lui è Massimo Ranieri, che ha reinciso il celebre brano portato al successo da Charles Aznavour.
E’ la quarta volta che assisto al concerto teatrale di Ranieri dal titolo “Canto… perché non so nuotare”, ed ogni volta ciò che mi regala è un prezioso scrigno di brividi da portarmi a casa.
Sì, perché le emozioni sono un vero tesoro, e chi le offre merita più di un plauso. Vorrei si superassero più spesso le barriere “generazionali”, che portano molti giovani a non avvicinarsi neppure a certi performer e a disertare i teatri. Al di là dei gusti musicali personali ( sempre rispettabilissimi), mi permetto di dire che sono soldi spesi bene quelli per un biglietto che ci permette di assistere a due ore e mezza di vero spettacolo, un ben amalgamato mix di musica dal vivo, danza, recitazione.
Per non parlare poi dello squisito virtuosismo del protagonista: a 58 anni Massimo Ranieri incarna il prototipo dell’artista eclettico e completo, la scena è il suo habitat naturale e lui si regala al pubblico in veste di cantante, attore, addirittura atleta, senza risparmiarsi mai, toccando tutte le corde della suggestione e dell’impatto emotivo con mestiere ma mai semplice ritualità. massimo-ranieriE’ in giro per l’Italia da quasi tre anni con questo concerto e ancora molte repliche lo attendono, se vi capitasse l’occasione…

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: