Gianni Morandi

23 04 2016

Gianni Morandi_Capitani Coraggiosi_Semigiò_restaurant_VimercateGli artisti di fama… creature spesso misteriose, lontane dal quotidiano, quasi fosse un’umanità parallela a quella che popola le strade e le case del nostro mondo. Icone, miti, che dall’alto della loro esistenza privilegiata (e tormentata) lanciano sguardi sfuggenti ai comuni mortali. Poi esistono gli uomini-artisti, quei rari esemplari capaci di dispensare sogni senza vanificarli col tocco amaro della superbia. Gianni Morandi è uno di questi ultimi. Per davvero. E gusta il sapore della vita saltando dai brividi elargiti da un applauso a quelli regalati dai piccoli risvolti di una comune giornata. Perché sa che le due dimensioni fanno parte di una stessa vita e la rendono davvero piena.

Ci è capitata la fortuna di conoscerlo, in una di quelle tardissime sere di ristoranti che fan coda ad un concerto: lo abbiamo avvicinato per una stretta di mano, ne è nata un’intesa che oggi azzarderemmo a chiamare amicizia. Perché Gianni è così, ti guarda con la curiosità di un bambino, ti parla con la semplicità e l’entusiasmo che dovremmo ritrovare un po’ tutti. Gianni non ha paura di vivere, e lo fa con la grinta e il sorriso di chi non vuol perdersi neppure il più piccolo sorso di esistenza. Non è il suo infinito percorso artistico che vorremmo celebrare qui, seppure lo apprezziamo profondamente, ma la sua arte del vivere. Del sapersi circondare di persone “vere”, come la sua preziosa segretaria Ketty, che ha la timidezza di una figlia e le attenzioni di una madre. Come la sua splendida moglie Anna, che ne condivide momenti di gloria e stupenda semplicità, “essendoci” sempre.

Gianni è stato spesso definito “l’eterno ragazzo”per aver conservato negli anni un aspetto giovanile e vivace… Ora sappiamo quanto sia giovane il suo spirito, ogni giorno pronto a gettarsi nel gioco mai banale della vita.

Nel dirti grazie, ci auguriamo di aver imparato una gran bella lezione e di riuscire a somigliarti almeno un po’.





Doppio ma Unico!

8 12 2013

Brachetti_semigiò_semigio_vimercate_milano_restaurant_ristorante_gam,bero rosso_comune_migliore_elegante_lusso_mangiare

Arturo gioca con i colori della vita, da sempre. Eterno bambino, sposo fedele dello stupore, immortale come dev’essere la voglia di sognare. Ora c’è un altro testimone della sua imperitura giovinezza, ha il suo volto, le sue mani, i toni accesi dei suoi occhi e del suo costume. E come lui è destinato all’eternità.

Il museo parigino di Grevin, dal 2 dicembre scorso, espone la statua di cera del nostro grande artista italiano, con tanto di cambio di costume che avviene – grazie ad uno speciale meccanismo – ogni trenta secondi. La statua, davvero indistinguibile dall’Arturo originale, va ad affiancarsi all’interno del museo ad altri personaggi italiani quali Leonardo da Vinci e Luciano Pavarotti, a testimonianza di come il nostro Paese abbia dato e continui ad offrire eccellenza al mondo intero… Chissà quando anche noi ce ne accorgeremo davvero!
Accanto a Brachetti, nel giorno dell’inaugurazione dell’opera, era presente anche un emozionato Andrea Aste, disegnatore del costume variopinto indossato dalla statua e rappresentante il sole e la luna. Arturo ci aveva visto bene quando, alcuni anni fa, ci presentò il giovane pittore dicendo che avrebbe realizzato grandi cose: ora Andrea Aste può vantare alcune sue opere esposte alla Biennale di Venezia, realizzazioni di scenografie teatrali per il grande Arturo, e sempre per lui quest’ultima bellissima opera. All’artista e amico Andrea va un grazie da parte di Semigiò per aver affrescato di suo pugno l’intero locale, prima che i suoi impegni lo portassero in giro per il mondo. E ad Arturo vogliamo dire di continuare ad essere ciò che è, quel bambino giocherellone con l’espressione furba impressa sul volto, la stessa con cui ci guarda la sua straordinaria statua di cera… Che ora testimonia ufficialmente quanto sia diventato “grande”, ma lui fortunatamente non lo sa.

Grevin_brachetti_semigiò_semigio_restaurant_vimercate_monza_gambero rosso_ristorante_comune_giornale_teatro_elegante_lusso_mangiare_

Guarda anche il video su ANSA.IT

Click here Video ANSA





San Valentino 2013

1 03 2013

Semigiò_semigio_vimercate_ristorante_restaurant_san valentino_Monza_gambero rosso

“TUTTO IN UN ABBRACCIO” E’ STATO IL TITOLO E IL TEMA DELLA NOSTRA SERATA DI SAN  VALENTINO 2013.

UN GRAZIE A TUTTE LE COPPIE CHE HANNO VOLUTO “STRINGERSI” NELL’ATMOSFERA COMPLICE DI SEMIGIO’…





Dormire sospesi a mezz’aria… si può!

4 07 2012

In questo post voglio riportare un progetto davvero singolare: l’architetto Janjaap Ruijssenaars dice di essersi ispirato al monolite del famoso film 2001, odissea nello spazio per disegnare il suo Floating Bed, ma non è certamente questa la peculiarità più interessante di questo letto matrimoniale: dei magneti installati sia nella struttura del letto, sia nel pavimento sottostante, permettono a questo elemento d’arredo di galleggiare letteralmente a mezz’aria.

Nonostante Floating Beb venga presentato come un letto, la sua struttura magnetizzata, ancorata al pavimento grazie a quattro sottili cavi in metallo, può portale fino a 900 Kg di peso e può essere utilizzata anche come divano, tavolo, oppure ancorata in verticale come scultura contemporanea.

Floating Bed è una soluzione d’arredo unica ed eco sostenibile (non servono elettricità o altri dispositivi per far levitare questo letto matrimoniale, ma solo la forza dei magneti contrapposti) con un unico difetto, il prezzo: servono 115.000 Euro per la versione da 60cm x 24cm x 4cm, mentre il vero e proprio letto da 1.3m x 3m x 0.25m, con un’area da 6 metri per 12 di spazio necessaria per l’installazione, costa la bellezza di 1.200.000 Euro.

Si sa, volare in prima classe costa caro.

 

 

 

 

 

 





Musica… “di casa”.

12 06 2012

Era il 1982 e da noi in Italia – come spesso accade – imperversava la cosiddetta esterofilia. Per quell’idea tutta italiana che ciò che è straniero è più “trendy” e più “cool” (questo concetto ci influenza anche sull’uso di certi vocaboli!). Figuriamoci la musica! Quasi imbarazzante professare una passione per un cantante o un gruppo che non avesse un nome dal suono americano o anglosassone… Ebbene, proprio in quell’anno, Mario Volanti (musicista, compositore e dj) ebbe l’iniziativa ed il grande coraggio di inaugurare la prima radio di solo musica italiana. Un’idea controcorrente, coraggiosa e davvero “alternativa”.  Un successo. Una vera e propria rivoluzione destinata a rivalutare voci e idee tutte italiane che avevano e hanno ragione di esprimersi e di essere ascoltate. Bastarono pochi anni perché Radio Italia conquistasse il  primato di ascolti rilevato da Audiradio, diventando la radio commerciale più ascoltata d’Italia. Di lì a poco varcò i confini e arrivò ai nostri connazionali sparsi per il mondo e a tutti coloro che amavano e hanno imparato ad amare la musica italiana.

Oggi Radio Italia compie 30 anni (per l’occasione è uscita in tutti i negozi di dischi  “RADIO ITALIA 30 ANNI”…DI SINGOLI AL PRIMO POSTO, una tripla compilation contenente 45 brani che hanno fatto storia della musica italiana e di Radio Italia dal 1982 ad oggi) e non solo gode di ottima salute, ma continua a diffondere le nostre note in modo sempre più efficace attraverso il lavoro di circa centocinquanta professionisti tra dipendenti e collaboratori.

C’è stata una grande festa, il 14 maggio scorso: un bellissimo concerto tenutosi in piazza Duomo a Milano al quale hanno partecipato alcuni fra i migliori esponenti della nostra musica, nomi del calibro di Tiziano Ferro, Pino Daniele, Laura Pausini, Gianni Morandi, Biagio Antonacci ed altri ancora.  Ci uniamo a questa festa, augurando alla nostra grande musica di avere sempre qualcuno che continui a darle ali per volare lontano…  www.radioitalia.it






Sim Sala Bim!

12 06 2012

Questa formula magica non può fare altro che farci pensare al MAGO per antonomasia: il grande SILVAN. Re indiscusso nel panorama dell’illusionismo italiano e mondiale, ha stupito più generazioni con i suoi piccoli e grandi prodigi. Non tutti sanno che Silvan, all’inizio della sua carriera, in arte si chiamava “Saghibù”. Fu la grande attrice Silvana Pampanini che, facendogli da madrina al suo esordio artistico come professionista all’età di vent’anni, lo battezzò con il nome d’arte di Silvan. Oltre all’indiscussa professionalità e preparazione tecnica, gli va riconosciuta una profonda cultura dell’arte magica e non solo. Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo non ha potuto fare a meno di apprezzare la sua signorilità e la profondità delle sue conoscenze, che spaziano ben al di fuori delle sue radici artistiche.  Oltre ad essere inventore di innumerevoli effetti magici, Silvan non si è di certo risparmiato come scrittore: sono ben 12 i libri scritti da questo artista. Uno su tutti voglio citare la “pietra miliare” sulla storia della magia, ovvero il volume “Arte Magica”,  pubblicato nel 1977 da Rusconi Editore. Semplicemente unico!  Silvan si è esibito, nel corso della sua carriera, per personalità di livello internazionale come Ronald Reagan ed Elisabetta II del Regno Unito. Per ben due volte, nel1990 e nel 1999,  è stato eletto “Magician of the Year”. Unico prestigiatore non statunitense ad aver ricevuto tale riconoscimento.Questi sono solo alcuni cenni sulla sua straordinaria avventura artistica, che continua ancora oggi con grandi successi. 

Quindi, se non volete perdervi niente e continuare a farvi stupire, ecco come tenervi aggiornanti su tutti i suoi appuntamenti:

www.silvanmagic.com






Congratulazioni!

25 10 2011

Questa non è magia… ma è verità! Riporto  una bellissima notizia e doverosamente  le congratulazioni  da parte di tutto lo staff di Semigiò a Sergio Sormani (Se).

Il suo secondo romanzo “L’altra faccia della Luna” si è infatti qualificato al 4° posto assoluto al Premio Letterario Internazionale “AGENDA DEI POETI 2011”. Verrà quindi premiato, in data 20 novembre p.v. alle ore 10.30 presso il Circolo Culturale Alessando Volta in via Giusti 26 a Milano,  con l’Artistica “Targa Città di Milano”, il Diploma personalizzato e la Medaglia Aurea. La cerimonia di premiazione sarà presentata da Elisabetta Viviani.

Caro Sergio, ancora tantissimi complimenti da tutti noi e grazie per le emozioni che ci regali!

“L’altra faccia della luna” di Sergio Sormani

ed. Pendragon

www.ibs.it